BLOG NEWS








COMPAGNE E COMPAGNI,
PURTROPPO È UNA VITA CHE NON SCRIVO, MA SONO ALLE PRESE CON ESAMI E COMPITINI COME SE PIOVESSE, OLTRE CHE CON ALTRI IMPEGNI DI VARIO GENERE... HO IN CANTIERE L'ARTICOLO SULLA PORNOGRAFIA PER DONNE E DEVO RIVOLUZIONARE LA GRAFICA DEL BLOG, QUINDI A BREVE RITORNERÒ "PIÙ BELLA E PIÙ POSSENTE CHE PRIA".... SALUTI :)

lunedì 11 ottobre 2010

Incoerenti a modo loro

I cattolici a modo proprio escono dalle fottute pareti, e questa non è certamente una novità. Chiunque di noi conosce almeno un paio di persone che dicono di credere a Dio e a Gesù, però di non credere nella Chiesa, nei preti, nel papa ed in alcune delle cose che essi proclamano. Non ne provano sovente il minimo disagio: il principio di riprovazione sociale fa sì che, in un mondo così pieno di cattolici quale dovrebbe teoricamente essere l'Italia, fa sì che spesso siano considerati più stani i ciellini et similia che non la stragrande maggioranza di "cattolici a modo loro".  
Stando alle statistiche linkate qui, la maggioranza delle persone la pensa diversamente dalla Chiesa sui temi in cui la stessa cerca di imporsi.... ma non eravamo il Paese in cui BXVI poteva vantare il 97% di cattolici? E non era lui che si faceva forte di questa cifra per dettare legge all'interno dello Stato Italiano? Di questo 97%, quanti sanno che per la Chiesa Cattolica Apostolica Romana il Papa è infallibile? Si può essere cristiani a modo proprio, eventualmente, ma se uno si definisce cattolico può esserlo solo a modo di qualcun altro, oppure decidere di essere incoerente a modo suo. Qualcuno dovrebbe prendersi la briga di spiegarglielo, un giorno, quando saranno più grandi. 

Nessun commento:

Posta un commento