BLOG NEWS








COMPAGNE E COMPAGNI,
PURTROPPO È UNA VITA CHE NON SCRIVO, MA SONO ALLE PRESE CON ESAMI E COMPITINI COME SE PIOVESSE, OLTRE CHE CON ALTRI IMPEGNI DI VARIO GENERE... HO IN CANTIERE L'ARTICOLO SULLA PORNOGRAFIA PER DONNE E DEVO RIVOLUZIONARE LA GRAFICA DEL BLOG, QUINDI A BREVE RITORNERÒ "PIÙ BELLA E PIÙ POSSENTE CHE PRIA".... SALUTI :)

martedì 27 luglio 2010

Ho denunciato la gelosia per stalking

Fin dal primo momento abbiamo avuto una relazione idilliaca, anche se ora può non sembrare: dovete credermi. Più che una relazione la definirei "folie à deux". In ogni circostanza io e lei eravamo insieme, il resto del mondo semplicemente non c'era. Un giorno, improvvisamente, cominciarono i litigi: capimmo di avere due concezioni del mondo troppo diverse. Lei era altruista, per carità, forse anche troppo. Pretendeva che tutte le persone stessero ai miei piedi e non avessero altro Dio all'infuori di me. Chiunque non rispettasse questo comandamento le era antipatico. Probabilmente lo faceva a fin di bene, ma io sognavo un mondo diverso: la proprietà privata delle persone, io, non riuscivo nemmeno a concepirla.
Sapevo che quella storia doveva finire.
Due anni fa, dopo l'ennesima giornata passata a farmi del nervoso per colpa sua, le preparai le valigie e la sbattei fuori dalla porta, gridandole che non avrebbe dovuto farsi mai più rivedere da quelle parti.
Ovviamente non la prese bene. Bussò, minacciò, imprecò per ore, giorni, settimane.... urlava cha aveva speso tutte le sue energie per far sì che migliorassi, crescessi e fossi circondata di persone per bene, mi minacciò più volte che me l'avrebbe fatta pagare.  Pensai di chiamarvi se le cose fossero andate storte, ma ero più forte di lei, e riuscii a chiuderla fuori.
Non credetemi che abbia smesso di venire, anzi! Ogni tanto passa e ripete le stesse scenate, a volte tenta persino di entrare forzando la porta d'ingresso in qualche modo, visto che la chiave che ha non apre più. C'è speranza di ottenere un'ordinanza restrittiva?
Cominciai a trovarla in qualunque luogo, se non tutti i giorni, quasi. Dovunque andassi, lei c'era sempre. Si nascondeva dietro due amanti che litigavano per strada, tra la folla degli studenti o dei lavoratori che iniziavano la loro faticosa giornata, accanto al giocattolo nuovo del bambino che si divertiva con gli amici nel prato. Ma io la vedevo, lo sapevo che era lì, e stavo alla larga.
Fingevo di non vederla, che sciocca sono stata! Sapete, credevo davvero che con il tempo l'avrebbe piantata di fare queste scene... dopotutto abbiamo avuto una lunga storia, speravo che lei facesse così per lo stress, che non fosse cattiva.... Invece la situazione non fece che peggiorare.
Cominciò a dire in giro a tutti che ero marcatamente arrivista e che avevo come unico scopo nella mia vita quello di rubare loro il primo posto in qualche strana classifica che manco so quale sia. La prima donna, la più brava della classe, miss maglietta bagnata: ogni volta citava quella che faceva più presa sulla persona con cui parlava. Per non citare poi la vera e propria campagna di sputtanamento che mise in atto con le persone fidanzate! Sfruttando il mio libertinismo, 'sta testa di cavolo mise in testa loro che non avevo di meglio da fare nella vita che portargli via il partner... manco fosse un pacco postale con le gambe, dico io!
Per fortuna non abboccarono tutte, se devo essere sincera: d'altronde basta guardarmi in faccia per capire che del successo, degli status e dei primi posti me ne frega ben poco.... Per quanto riguarda l'ultima parte, ha abboccato qualcuno in più, d'altronde le critiche avevano terreno fertile in un paese in cui le mie posizioni sono fraintese dai più: se parli di libertà sessuale allora ti vuoi trombare tutti e pensi solo a quello e se dai contro alla proprietà privata delle persone è perchè ti diverti a rovinare le famiglie.... se siano loro che la pensino così o se quella testa di cavolo le abbia plagiate per bene, quello non saprei dirlo... dite che ci sta comunque una denuncia per calunnia o per diffamazione?
So che la querela dev'essere sporta dalla parte offesa e quindi non potete farci niente, però tenete gli occhi aperti su eventuali denunce per violenze ai suoi numerosi partners, soprattutto verso le donne, che di solito preferisce... ci sono passata, so che cosa fa loro tendenzialmente: le fa litigare con altre persone solo perchè non si genuflettono di fronte a loro, le chiude in se stesse, alimenta l'odio al loro interno, in più le fa sprofondare in una logica autoreferenziale che le priva di ogni occasione reale di crescita e di confronto... se non è violenza psicologica questa...
Ho letto, e correggetemi se sbaglio , che la pena massima per lo stalking è di quattro anni di reclusione. Tanto mi basterebbe erp riuscirmi a fare una vita normale e cercare un posto dove, una volta uscita di galera, non mi possa raggiungere. Forse anche le altre che subiscono la stessa sorte riuscirebbero afare una vita normale togliendosela dai piedi, il che sicuramente sarebbe una cosa molto positiva.... quindi prendetela, prima che trovi qualche amico compiacente che accetti di nasconderla in casa sua in modo che non possiate trovarla, arrestatela e fate in modo che sconti in cella fino all'ultimo giorno di pena.
Arrestatela, per favore, portatela dentro e gettate la chiave.... non tanto perchè la mia vita grazie alle sue persecuzioni è diventata un gran casino, tanto da non sapere più come comportarmi quando c'è di mezzo lei, ma anche per tutte le persone che ci convivono, che se la passano molto peggio di me. Fate respirare loro un po' d'aria, così che capiscano che un'altra vita non solo è possibile, ma è anche migliore dello stare immersi nell'odio, nella violenza e nella rabbia, con conseguenti litigi, come facevano convivendo con lei.

1 commento:

  1. Buongiorno Miss XD,
    Ti contatto tramite commento perché non ho trovato nessun altro modo per farlo.
    Vorrei farti conoscere il servizio Paperblog, http://it.paperblog.com che ha la missione di individuare e valorizzare i migliori blog della rete. I tuoi articoli mi sembrano adatti a far parte di certe rubriche del nostro sito e mi piacerebbe che tu entrassi a far parte dei nostri autori.

    Sperando di averti incuriosito, ti invito a contattarmi per ulteriori chiarimenti, domande o suggerimenti,

    Silvia
    Responsabile Comunicazione
    Paperblog Italia
    silvia(at)paperblog.com

    RispondiElimina