BLOG NEWS








COMPAGNE E COMPAGNI,
PURTROPPO È UNA VITA CHE NON SCRIVO, MA SONO ALLE PRESE CON ESAMI E COMPITINI COME SE PIOVESSE, OLTRE CHE CON ALTRI IMPEGNI DI VARIO GENERE... HO IN CANTIERE L'ARTICOLO SULLA PORNOGRAFIA PER DONNE E DEVO RIVOLUZIONARE LA GRAFICA DEL BLOG, QUINDI A BREVE RITORNERÒ "PIÙ BELLA E PIÙ POSSENTE CHE PRIA".... SALUTI :)

giovedì 17 giugno 2010

S'incazzeranno, prima o poi

Storie di giovani senza prospettive, uno su tre è a casa che ha smesso di studiare, ma non riesce a trovare un'occupazione.
Storie di persone con contratti precari, senza un futuro stablie, e che probabilmente lo resteranno a vita.
Storie di lavoratori da mesi senza retribuzione, pur lavorando: come possono continuare a mantenersi?
Storie di aziende che decidono di delocalizzare altrove, dove il lavoro costa meno, lasciando a casa centinaia di persone.
Storie di persone che si vedono costrette a scegliere tra il lavoro e i propri diritti, compreso quello di sciopero.
Questo non avviene in Cina, non in Polonia o in Romania, ma in Italia, nella nostra Italia.
E il governo che fa? tace, fa orecchie da mercante. Ha cose più importante da fare, lui: salvare il culo alla Casta. Nessuna voce di protesta, tranne i soliti quattro gatti.
Ogni volta che vedo una di queste storie sul giornale, su Internet, in TV penso tra me e me: "È un abomino, un paese civile non può permettere il protrarsi di questa situazione. La gente ormai ha interiorizzato il concetto di "diritti", le condizioni di vita stanno per diventare insostenibili. I giovani, poi, si sa: hanno dentro quella voglia di cambiare il mondo, di aggiustare tutto ciò che non va, non sono ancora rassegnati. Si incazzeranno, prima o poi".
Passano i giorni, e ogni giorno c'è una nuova storia, peggiore di quella del giorno prima. Il governo tace, troppo impegnato a privarci anche di quel residuo di libertà civili rimaste, con la legge sulle intercettazioni.
E io qua, davanti al computer, condivido gli scritti e i video con le loro storie perchè qualcuno le legga: non credo che chi mi è attorno voglia un futuro così.... intanto continuo a pensare: "S'incazzeranno, prima o poi".
Passano i giorni e ogni giorno quella speranza diviene sempre più flebile....

Nessun commento:

Posta un commento