BLOG NEWS








COMPAGNE E COMPAGNI,
PURTROPPO È UNA VITA CHE NON SCRIVO, MA SONO ALLE PRESE CON ESAMI E COMPITINI COME SE PIOVESSE, OLTRE CHE CON ALTRI IMPEGNI DI VARIO GENERE... HO IN CANTIERE L'ARTICOLO SULLA PORNOGRAFIA PER DONNE E DEVO RIVOLUZIONARE LA GRAFICA DEL BLOG, QUINDI A BREVE RITORNERÒ "PIÙ BELLA E PIÙ POSSENTE CHE PRIA".... SALUTI :)

venerdì 11 giugno 2010

Pensaci prima

Mi domando se ci sia ignoranza o malafede dietro a coloro che ogni volta che si parla di interruzione di gravidanza commentano con la solita trita e ritrita affermazione: "Ma non avrebbe potuto pensarci prima?"
Mi domando se questi signori siano convinti che l'utilizzare un metodo contraccettivo protegga sempre al 100% oppure che capitino gli incidenti (qui una tabella delle percentuali di inefficacia dei vari metodi) e se siano al corrente del fatto che l'educazione sessuale italiana è una sorta di barzelletta, che si limita di fatto alle due paginette di scienze nelle elementari e medie e ad una vistia al consultorio nelle scuole superiori.
Inoltre in caso di rottura del preservativo oppure di un'ubriacatura che ha portato a sesso non protetto (cosa irresponsabile, sì, ma del senno di poi ne son piene le fosse), sanno questi signori che trovara la pillola del giorno dopo, specie in regioni quali Lombardai e Puglia, è una vera e propria impresa?
E pur volendo ammettere tutte le colpe di questo mondo, proprio tenedo conto del fatto che è un'irresponsabile e non sa valutare correttamente le conseguenze delle sue azioni, cosa vorrebbero fare? lasciare un bambino non voluto in mano a questa persona così da ottenere due infelici al prezzo di uno? E se la ragazza in questione fosse minorenne e comunque non in grado di mantenere neppure se stessa, perchè addossare ai genitori la responsabilità di allevare il nipote? Perchè devono pagare loro le eventuali colpe della figlia? 
Ecco, forse lorsignori anzichè dire cazzate a raffica avrebbero dovuto pensarci prima.

Nessun commento:

Posta un commento