BLOG NEWS








COMPAGNE E COMPAGNI,
PURTROPPO È UNA VITA CHE NON SCRIVO, MA SONO ALLE PRESE CON ESAMI E COMPITINI COME SE PIOVESSE, OLTRE CHE CON ALTRI IMPEGNI DI VARIO GENERE... HO IN CANTIERE L'ARTICOLO SULLA PORNOGRAFIA PER DONNE E DEVO RIVOLUZIONARE LA GRAFICA DEL BLOG, QUINDI A BREVE RITORNERÒ "PIÙ BELLA E PIÙ POSSENTE CHE PRIA".... SALUTI :)

mercoledì 18 maggio 2011

Non siete Sinistra voi

Per i democratici la cosiddetta sinistra radicale è ormai praticamente l'incarnazione di Satana. Noi siamo i settari, i nostalgici, i dispersori di voti, quelli che non hanno interesse a battere Berlusconi, coloro che favoriscono la dispersione dei voti a discapito del cosiddetto "voto utile". Non è difficile comprendere, però, che per una persona che abbia davvero interiorizzato un concetto di Sinistra con tutte le maiuscole del caso un voto al Partito Democratico sia utile quanto un mal di pancia il giorno del proprio compleanno. Per quanto possano dirsi "left-oriented", infatti, appare chiaro come stiano facendo l'impossibile per rinnegare le loro origini comuniste e vadano spostandosi sempre più al centro, arrivando a stringere già alle scorse amministrative in alcuni comuni alleanze con forze chiaramente di destra, forse in preparazione a ciò che avverrà a livello nazionale. Non capisco come si possa definire di sinistra un partito che quando Marchionne ha cominciato a farsi i benemeriti peni suoi sulla pelle degli operai abbia detto che va tutto bene, sostenendo questo far west liberistico che, specie per i giovani e per le donne, sta diventando un dramma ogni giorno di più. Non vedo quale sinistra possa non dire una parola sul cemento che giorno dopo giorno sta divorando la parte migliore dei nostri paesaggi, quelli che portavano turismo e che il mondo ci invidiava. Non comprendo come una sinistra degna di questo nome ritenga superfluo un esplicito riferimento alla Resistenza in tempi come questi, in cui il fascismo è stato completamente sdoganato e il nazismo lo sta seguendo a ruota, grazie a certi "simpatici" omini verdi. Mi domando come sia possibile che un partito di sinistra non riesca a raggiungere una posizione chiara su laicità, sessualità, testamento biologico e temi etici assortiti senza che si ritrovi alla porta qualche tesserato cattotalebano che asserisca che il corpo e le lenzuola degli individui appartengono a qualche Stato estero strano, ad esempio l'unica monarchia assoluta in Europa, e che quindi nelle leggi in materia va fatto come dice lui.... ma non c'è già abbastanza fascismo in Italia senza importarlo da uno Stato più piccolo del cortile della villa del Premier?
Con la sua nascita venne alla luce la speranza di molti socialdemocratici di costruire un gran partito di centrosinistra, e se solo questo smettesse di rinnegare le sue origini ed iniziasse davvero a praticare la filosofa che stava alla base forse riuscirebbe perlomeno a limitare i danni che questa destra fascista sta combinando a dritta e a manca. Il problema è che esso non lo fa, abdica alla sua missione e si sposta sempre più a destra per prendere i voti del centro, dei cattolici, dei dorotei. Non è più un Partito Democratico, se mai è un Partito Democristiano, e abbiamo già visto la DC per ben cinquant'anni: non ne possiamo più. Tutto ciò che resta di rosso, ormai, è il fuoco e le fiamme che minacciano i liberisti ed i cattolici al suo interno appena si prospetta di fare un passettino, anche minimo, verso la sinistra dove teoricamente il partito dovrebbe collocarsi.

Nessun commento:

Posta un commento